1 aprile 2010

Primavera:........ma che dolore essere fuori forma fisica!

Finalmente è arrivata la primavera! Con il primo sole le persone iniziano a vedersi con abiti più leggeri, vestiti e forme più in evidenza e senza possibilità di nasconderle sotto ingombranti cappotti o giacconi invernali.
E tu, se avessi 4 o 5 Kg in più rispetto al tuo peso attuale, come ti vedresti davanti allo specchio? Cosa pensi direbbero di te le persone che ti vedono con il vestito dell'anno scorso che ora indossato è ........molto misero?
Non c'è dubbio che gran parte delle richieste che in questi giorni stanno arrivando ai professionisti dell'alimentazione, della nutrizione o chiunque si occupi di aiutare le persone a migliorare la loro forma fisica, sia motivata dal dolore nel vedersi o percepire se stessi in modo diverso (in senso negativo) rispetto a come vorrebbero essere.
E' proprio questo senso di disagio e di dolore che fa emergere nelle persone il desiderio di una forma  fisica migliore.
Attivano il ricordo di come erano prima (Vision) oppure prendono a modello un'altra persona (Modeling) e iniziano a proiettare le proprie immagini mentali su come vogliono essere o tornare ad essere. 
A questo punto la persona ha stabilito un obiettivo e conosce anche il perchè vuole raggiungerlo.
Conoscere lo scopo (il perchè lo vuole) attiva l'esigenza di trasformare tutto questo in azione;  ora si chiederà cosa può fare per raggiungere l'obiettivo, in quanto tempo, come?.
Avrà elaborato un piano, una strategia per arrivare al risultato nei modi e nei tempi stabiliti.

Questo è un esempio di come attiviamo le nostre risorse, di come il dolore può indurre un cambiamento (la scelta di dire stop a quello stato fisico) in maniera semplice e veloce.

Prova ad pensare a qualche tuo cambiamento  importante: eri motivato dall'andare incontro al piacere o diminuire il disagio, il dolore?

Nessun commento:

Libri per la tua crescita