16 luglio 2011

.....come un orgasmo mentale........


Ti voglio raccontare quando provo quella sensazione..........quella sensazione di ottundimento, di stress piacevole, di momentaneo stacco di qualunque facoltà mentale, come se in quel momento si stesse resettando tutto il contenuto di ciò che avevi in mente fino a poco prima!
NELLA RETE DEI TUOI PENSIERI
Ma la cosa fantastica è che quando iniziano a tornare i primi pensieri, dopo poche frazioni di secondo che percepisci come lunghissime, sono soluzioni che prima non avevi valutato o di nuove opportunità in ciò che già avevi in mente!



Amo questo stato, quando tutte le sovrastrutture, i condizionamenti, le programmazioni della mente subconscia, perdono i riferimenti e in un attimo vengono smontati tutti i castelli di certezza e tutte le limitazioni che essi ti portavano nella vita quotidiana impedendoti di fare azioni e mettere in atto comportamenti per essere il VERO TE STESSO!


Due giorni fà, ero a pranzo con il mio amico Stefano Druda  e mentre mangiavamo e gli esponevo una difficoltà che avevo notato in questo periodo della mia vita, lui in maniera molto elegante, leggera, rispettosa e degna di uno dei migliori Coach in circolazione, una domanda dopo l’altra mi ha accompagnato a distruggere tutte le credenze su quel fantastico castello “di sabbia” che mi ero costruito circa l’argomento!


E in quell’attimo, quando ti senti di non avere più motivi per sostenere tutto ciò, che di colpo è come se attraversassi il vuoto, il vuoto quantico delle infinite possibilità che ti permette di nuovo di vedere la SCELTA, dove prima non la vedevi perchè la tua mente conscia era pilotata dalle credenze, dalle tue “verità limitanti” a cui hai scelto di credere in un passato più o meno lontano! In quel momento in cui l’hai vissuta per la primissima volta, la “verità limitante” non era limitante ma era corretta in funzione dell’esperienza che stavi vivendo; il gap dove stà? Stà nel fatto che poi la tua mente l’ha applicata e rinforzata ogni volta che la situazione che stavi vivendo, simbolicamente ti riportava a credere che la situazione aveva un nesso in comune con la “prima esperienza”. Così crescendo l’hai rinforzata sempre di più fino a costruire delle abitudini consolidate e sostenute anche dalla tua neurologia, attraverso le sinapsi o neuroconnessioni tra le cellule nervose (neuroni).

E quando hai la possibilità di “smontare tutto ciò” inizi a creare nuove sinapsi e nuove abitudini più allineate con “chi sei veramente” con il tuo progetto di vita o la tua Mission in questa vita.



Grazie Stefy, grazie di avermi permesso di migliorare ancora!!!

Nessun commento:

Libri per la tua crescita