29 luglio 2011

Domande...........e risposte !

Permetti una domanda ?
Questa mattina ho scritto un post all'interno del gruppo Omegacoach.it su FACEBOOK che ho voglia di condividere anche quà e penso possa essere utile anche rendere pubblico!

Al risveglio ho applicato dell'autocoaching per chiarirmi le idee circa la resistenza che mi sono accorto mettere in atto, circa lo sviluppo di una collaborazione professionale con uno studio medico.

Molti sanno che nel Coaching, quello con la C maiuscola, lo strumento più importante per generare consapevolezza e cambiamento, sono le domande.
Così mi è venuto spontaneo immaginare di fare 2 domande agli iscritti al gruppo; so benissimo che la maggior parte di loro non risponderà mai ma serviva a me per immedesimarmi e comprendere quali fossero le loro esigenze attraverso la tecnica del "come se"!

Le due domande erano:
  • Qual'è il meglio che mi può arrivare rimanendo in questo gruppo?
  • Qual'è la miglior opportunità che mi lascerò scappare se mi cancello da questo gruppo?


A volte o forse sempre, le domande sono l'unico strumento che ci serve per capire ciò che facciamo, scegliamo o semplicemente rimandiamo.L'unico modo per fare chiarezza e capire le motivazioni superficiali o profonde, è rispondere alle nostre domande interne.A volte però le domande interne sono condizionate da tutto ciò che pensiamo su noi stessi e su tutto ciò che abbiamo raggiunto in termini di risultati come diretta conseguenza delle nostre azioni passate.Forse abbastanza simile ad una barca a vela in mezzo al mare quando l'unico vento a disposizione è così forte da darle quasi una rotta obbligata!Come si sentirebbero i passeggeri se andassero ad attraccare ad un porto distante da quello programmato?E' per questo motivo che spesso sono necessarie domande provenienti dall'esterno, da altre persone che non vedono in noi quei limiti che solo noi vediamo attraverso l'inganno che mettiamo in atto nel credere ciò che di limitativo crediamo di noi stessi!Noi non siamo quelle limitazioni, non siamo quei pensieri, non siamo quegli eventi ma siamo.......................ma​ allora cosa siamo?Per scoprire qual è il tuo porto ideale dove attraccare è importante capire prima di tutto dove vuoi andare.Ora fermati un istante e lascia che la tua mente conscia e non, rispondano alla domanda: tu chi sei?

Nessun commento:

Libri per la tua crescita