1 settembre 2011

E' possibile che agendo sul comportamento si rimuovano CONVINZIONI LIMITANTI e si creino CONVINZIONI POTENZIANTI ?

Questa mattina all'apertura del web, mi sono ritrovato a riflettere su questa domanda posta da un lettore che molto intelligentemente si è chiesto se è possibile rimuovere CONVINZIONI LIMITANTI  e creare CONVINZIONI POTENZIANTI  solo agendo sul comportamento!
Qualcuno leggendo potrebbe chiedersi che c'è di nuovo in questa domanda?
In tutto il mondo della Formazione, del miglioramento e della crescita personale, viene insegnato da decenni, che per avere un COMPORTAMENTO OTTIMALE, capace di produrre RISULTATI positivi di un certo livello, è necessario avere a monte delle CREDENZE sulle CAPACITA', sulla propria IDENTITA'  e generali, di tipo potenziante che sostengano l'aspettativa di risultato positivo.


QUESTA E' STATA LA MIA RISPOSTA:

"Ogni risultato all'esterno di te è anche un risultato all'interno di te.
Sappiamo e sperimentiamo ogni singolo giorno che l'AZIONE è determinata dalle tue SENSAZIONI o EMOZIONI ( semplicemente il come ti senti all'interno di te) che a loro volta sono determinate da ciò che PENSI ( il tuo dialogo interno, il tuo film interno, etc).
Tutto questo è determinato dalle Credenze, dai Bisogni basali, dall'autoimmagine di te e tutto quel che sai .

Se ho la credenza limItante "non so cucinare", questa determinerà il modo in cui farò l'azione del cucinare. Cucinerò come uno che non sa farlo con il risultato che puoi ben immaginare!
Ma se seguo un MENTORE o prendo ricette e le seguo alla lettera (modeling in PNL), rispetto l'ordine degli ingredienti, le varie fasi e i tempi di cottura, la ricetta mi verrà come auspicato e quindi il RISULTATO POSITIVO, mi farà provare EMOZIONI POTENZIANTI che produrranno anche un MOMENTANEO cambiamento nel mio dialogo interno.

Questo singolo episodio difficilmente mi permetterà di cambiare le credenze limitanti che mi sono trattenuto chissà per quanto tempo!
Ma, come sai, laRIPETIZIONE è la madre di tutte le ABILITA'!

Se inizi a ripetere l'esperienza, con quella ricetta o anche altre seguendo e modellando quelle scritte da persone che hanno competenza in materia, otterrai nuovi RISULTATI positivi nei tuoi piatti che ti porteranno a CREDERE NELLA TUA CAPACITA' di riuscire anche in cucina!
Attraverso le Azioni ripetute e i conseguenti RISULTATI, CAMBIERAI anche le credenze a riguardo.

Le credenze hanno vari livelli di profondità: per cui sicuramente all'inizio cambierai quelle che riguardano le tue CAPACITA' e solo per ultime e dopo tanta ESPERIENZA di RISULTATI trasformerai le credenze sulla tua IDENTITA' " Io sono un ottimo cuoco" !

Cambiare credenze attraverso l'azione è un processo solitamente più lungo e che porta disagio perchè fa parte di quei processi in cui devi agire nonostante il tuo dialogo interno cerca di fermarti, di AUTOSABOTARTI, di farti desistere, di farti provare paura, frustrazione, fallimento, etc etc.

Se parti lavorando direttamente "dall' INTERNO DI TE" allineando la tua IDENTITA', i tuoi VALORI, le tue CREDENZE, le tue CAPACITA' e conseguentemente le tue AZIONI, produrrai RISULTATI POSITIVI senza sforzo, in accordo con chi sei veramente e sentendoti REALIZZATO.

Se vuoi tutto questo è materia del KINE4COACHING in programma il 17 e 18 dicembre a Roma:
https://www.facebook.com/event.php?eid=264830256870555

3 commenti:

Arianna ha detto...

Ciao Rolando,

bel post.
Avrei una domanda che è da un bel po' che mi faccio: ma cosa sono i valori? E come si fa a capire quali sono i nostri?

Arianna

Rolando ha detto...

Ciao Arianna,
grazie per averlo apprezzato!
Ti faccio le mie scuse per non averlo visto prima ma non mi è arrivata la mail!
Comunque visto l'importanza dell'argomento VALORI, rispondo al più presto alla tua domanda attraverso un nuovo articolo dedicato ad essi !!!

alberto amadio ha detto...

FINO ALL'ETà DI 25 ANNI NON HO MAI CREDUTO IN ME STESSO. ERO PESSIMISTA, AVEVO UN VESTITO ADDOSSO CHE PORTAVO DA ANNI ORMAI. QUEL VESTITO AD UN CERTO PUNTO E' COMINCIATO A STRINGERSI FINO A CHE UN GIORNO ORMAI SOFFOCATO DALLA DEPRESSIONE DURATA 6 MESI, ME LO SONO TOLTO. HO DETTO A ME STESSO: ESCI DA QUESTA CASA, CAMBIA ABITO MENTALE E PRENDITI QUELLO CHE TI STà GIà ASPETTANDO!
HO FATTO UN COLLOQUIO DI LAVORO, MI HANNO PRESO IN QUELLA CHE POI SAREBBE DIVENTATA LA MIA AZIENDA DA LI A TRE ANNI...HO ASSUNTO E AMPLIATO, CAMBIATO CON IL MERCATO...SE DOVESSI DIRE QUAL'è STATO IL SEGRETO DI QUELLO CHE HO FATTO...DIREI LA CONVINZIONE CHE FUORI C'ERA QUELLO CHE VOLEVO E MERITAVO...POI TUTTO IL RESTO è STATO LAVORO LAVORO LAVORO.

Libri per la tua crescita