31 maggio 2013

“La mancanza di consapevolezza ci dà l’illusione di avere il controllo”

A marzo pubblico sulla pagina Facebook una foto con la scritta 
“La mancanza di consapevolezza ci dà l’illusione di avere il controllo”.
AR mi chiede?
“Quindi chi detiene il controllo delle proprie azioni e a volte anche quelle degli altri ?”

E' interessante la domanda che pone su chi detiene il controllo.

In verità ognuno detiene il controllo sulle proprie azioni in base al proprio livello di consapevolezza. 
Il controllo è però una momentanea illusione perché tutto nella vita, "va come deve andare" e tende all'equilibrio.
Il problema è che a volte il nostro Ego, colui che vuole poter controllare, vede l'equilibrio come "assenza di equilibrio" semplicemente perché non è ciò che razionalmente avevamo pianificato.


Ma allora Rolando vuoi dirmi che dobbiamo lasciar correre gli eventi senza intervenire ?
Che Cosa intendi va come deve andare ? 
Osservare il tutto senza intervenire ? 
Il tutto si incastra da solo ? 
E’ vero che ognuno fa l'esperienza che ha scelto prima di scendere ... Ma come si fa a tenere a freno l'ego ?

Non bisogna lasciar correre gli eventi senza intervenire, occorre intervenire perché AGIRE serve per ottenere ciò che vogliamo.
Qualsiasi cosa viviamo e vediamo nel mondo materiale, la trasformiamo attraverso un atto, un’azione.
Agire è essenziale.

Occorre però fare una distinzione tra ciò che vogliamo e ciò di cui abbiamo bisogno. 
Spesso coincidono..........ma non sempre.

A volte quello di cui abbiamo veramente bisogno non è la stessa cosa di cui abbiamo necessità a livello razionale..........per cui apparentemente le cose non vanno come vorremmo.


In questi caso il principio del lottare fino alla morte per ottenere ciò che vuoi, spesso è controproducente e solo quando impari a LASCIARE ANDARE e a vivere bene anche senza, che l'Universo comprende che sei pronto/a per ottenere ciò che desideri.


A proposito di illusione di avere il controllo ti suggerisco di guardare questo video e notare con attenzione dal minuto 1:20 in poi.


Nessun commento:

Libri per la tua crescita