12 giugno 2013

La vendita è un processo nel quale soddisfare le esigenze della persona interessata

Ogni momento può essere quello giusto per riflettere creare attraverso le tue conoscenze e le tue passioni, qualcosa che a te a risolto un problema e che lo può risolvere anche ad altri.

Non amo e non ho mai amato i "venditori" super energy, super convinti del fatto loro e super convinti del loro prodotto tanto da elencarti tutte le  caratteristiche per filo e per segno.
Parlo di quei venditori che mentre loro continuano ad elencare il copione, non si accorgono che è da 30 minuti che hai una domanda da fare.
Non si accorgono perché non vogliono portare a casa il loro risultato ponendo attenzione alle tue esigenze.
A loro importa una vendita il più facile e semplice possibile e poi dopo sarà quel che sarà, perché una volta ottenuto il risultato che volevano (farti acquistare), non è più un "problema loro".

Sono quei venditori che hanno imparato a vendere da un corso di PNL, sono quelli che hanno snaturato l'essenza della vera PNL, quella PNL che ti può portare dritto alla tua essenza e a vivere in accordo con la parte più profonda di te.

Per fortuna in questo periodo storico, grazie anche alla crisi economica, sta tornando fuori l'essenza di molte persone e ciò che prima funzionava, ora non funziona più .
La gente si è stancata dei soliti trucchetti, delle prese per i fondelli, del "è un problema tuo".
Far tornare fuori l'essenza significa condivisione di valori e di idee, significa l'essere utili agli altri, essere al servizio degli altri mentre si è al servizio di se stessi.

Proprio per questo i prodotti e servizi che oggi funzionano sono quelli incentrati sul cliente.
Puoi avere la miglior azienda del mondo ma se non ti curi dei tuoi clienti, non ascolti la loro voce, le loro difficoltà, le loro perplessità, i loro interessi, le loro esigenze, avrai si un prodotto o servizio, ma sarà quello che serve a te stesso.

È necessario ripartire e incentrare le proprie competenze al servizio degli altri e se comprendo che il mio prodotto servizio non è adatto alle tue esigenze, è opportuno avere il coraggio di dirlo e consigliare il potenziale cliente con lo stesso consiglio che daresti al tuo miglior amico o famigliare.

In questo periodo si parla molto di comunicazione non verbale e linguaggio del corpo per poter comprendere meglio chi abbiamo davanti.
Anche questo a volte ha uno scopo manipolativo, perché se so che stai pensando o vivendo una certa emozione, potrei cavalcare l'onda partendo da quella per poi farti acquistare quello che voglio attraverso una di quelle che si chiamano "vendita emozionale" .

Ma perché sto scrivendo di tutto ciò ?
Perchè oggi ho sintetizzato una procedura analogica per conoscere a priori che cosa interessa veramente al cliente, ad un livello più profondo.
Cosa significa questo ?
Significa trovare che cosa vuole veramente come tema centrale della sua vita, cosa lo motiva veramente dal livello più profondo e che gli permette di tornare allineato con la sua Anima.




Significa comprendere a priori il vero motivo per il quale ci sta richiedendo un prodotto servizio.

Se lo conosco, so anche in modo etico, se il mio prodotto servizio è adatto a lui oppure no.
Se il prodotto è adatto a lui, so anche come parlargliene "affinché lo riconosca", riconosca i vantaggi che gli porta come parte integrante della sua essenza.




2 commenti:

barbara ha detto...

Utilissima riflessione, attendo co gioia il materiale, grazie per dare l'opportunità di migliorare

Rolando Dini ha detto...

Grazie Barbara per aver apprezzato l'articolo.
Il materiale lo troverai da scaricare qui sul sito. :)

Libri per la tua crescita