16 gennaio 2017

Visione olistica della persona: dialogo con una cliente



"Nella persona la parte chimica e biochimica è sempre collegata a quella emozionale che a sua volta è collegata alla struttura del corpo e degli organi e apparati che la compongono."

LEI: Quindi ?! Cosa vuol dire ?
IO: Vuol dire che qualunque parte del corpo e qualunque livello, influenza gli altri.
Tutto è collegato.
LEI: Non riesco a capire. Mi fai un esempio ?
IO: Si. Se alteri la tua biochimica per un po di tempo assumendo cibi ricchi di colesterolo e appesantisci il lavoro del fegato, varierà la tua chimica-biochimica del corpo. A lungo andare ti ritrovi il colesterolo alto negli esami del sangue.
Ci sei fino a qui ?
LEI: SI.
IO: Bene ! Il colesterolo alto nel sangue tenderà a depositarsi anche nelle arterie e a unirsi ad altre sostanze, formando delle placche che vanno a diminuire il lume delle arterie.
LEI: Ok. E quindi ?
IO: Le placche sono una alterazione strutturale del corpo. Esse impediranno il regolare afflusso di sangue agli organi e tessuti.
Questi tessuti avranno a disposizione meno materiale nutritivo, meno ossigeno e accumuleranno materiale di scarto, creando un peggioramento della situazione chimica e biochimica.
Riesci a seguirmi fino a qui ?
LEI: Certo. Ma le emozioni cosa centrano ?
IO: Nel frattempo, il maggiore impegno del fegato a fare la sua funzione, altera anche il meridiano di agopuntura. Immagina un fiume dove al posto dell’acqua scorre dell’energia.
Quando l’energia scorre bene nel meridiano, le funzioni sono in equilibrio.
Quando l’energia crea turbolenze, scarseggia o scorre in modo caotico, si crea un disequilibrio che si riflette anche sul piano emozionale.
LEI: Questo faccio un po più fatica a capirlo !
IO: Ok, al di là della comprensione sul come può avvenire cosa che magari un' altra volta ti spiego meglio, per il momento prova a pensare che il fegato è connesso alla rabbia.
Lo dicevano anche i nostri nonni, o no ?!
LEI: Si.
IO: Bene. La Medicina Cinese ne parla da 4000 anni. Comunque, sappi che quando il fegato lavora fuori equilibrio, anche fosse solo a livello funzionale, la persona tende ad arrabbiarsi più facilmente. E’ più suscettibile a scatti d’ira. Si dice che il fegatoso, sia un “incazzoso”.
Quindi per tornare al discorso iniziale, il tuo mangiar male in maniera continuativa e perpetrata nel tempo, ti ha portato ad alterare la funzione di base dell’organo, cosa che ti ha portato ad essere tendenzialmente più “incazzosa”.
LEI: E’ vero. Ma io però... a parte il colesterolo non ho gli esami del fegato che non vanno bene.
IO: Lo so ed è per questo che ti ho detto prima “livello funzionale” che è quel livello nel quale l’organo altera la sua funzione ma senza esserci alterazioni agli esami che sono indice di alterazione e danno cellulare del fegato.
LEI: Ah ! Penso di aver capito. Quindi più mangio male e più mi sale il colesterolo e mi arrabbio facilmente. Giusto ?
IO: Più o meno si.
LEI: Ma anche se ho dei motivi per cui arrabbiarmi al lavoro e in famiglia, vale la stessa cosa ?
IO: Si. Diciamo che da 0 a 10, là dove a te basta uno stimolo a 4 per arrabbiarti, ad altre persone in equilibrio energetico e corporeo, servirebbe uno stimolo di intensità pari a 9 per arrabbiarsi.

LEI: Si infatti, mi basta una mosca per scattare !!!! 
Ma adesso che si fa ? 
Si può fare qualcosa per migliorare ?

IO: Si, adesso lavoriamo insieme e verifichiamo le necessità del corpo attraverso il Test Kinesiologico.

Libri per la tua crescita